"Dedicarmi all’arte significa estraniarmi, liberarmi, evadere"

 

 


 

 

 

 

Eclettica, versatile, curiosa, Gloria Guidi Nobile è un'artista impegnata nella ricerca dei significati più profondi dell'esistenza attraverso l'analisi dei sentimenti, delle passioni, delle aspirazioni e delle difficoltà che contraddistinguono il percorso di ogni essere umano.

Capace come pochi altri di spaziare con disinvoltura dall'astratto al figurativo, dall'universale al particolare, dall'evasione poetica all'arte di denuncia sociale, nel corso degli ultimi anni ha saputo creare un ricchissimo repertorio iconografico che rivela, aldilà dei molteplici stili impiegati, una lucida consapevolezza delle finalità del proprio studio nonché una personale e univoca visione del ruolo dell'artista all'interno della società. Gloria Guidi si riappropria infatti del compito che l'artista ha svolto per secoli e che solo negli ultimi decenni è stato messo in discussione: “comunicare”, ovvero cercare di stabilire con il fruitore dell'opera una sintonia, una condivisione che è prevalentemente emotiva. I suoi dipinti richiamano con forza la nostra attenzione, ci offrono immagini reali o verosimili che facilmente possiamo ricondurre alla nostra esperienza, provando quel piacere unico che chi ama l'arte conosce bene e che si basa su un riflesso psicologico istintivo: siamo attratti da ciò che riconosciamo e nei cui confronti proviamo un legame di appartenenza.

 

Gloria Guidi è una narratrice delle luci e delle ombre, degli opposti che si attraggono e spesso si contraddicono, eppure mostra una visione personale luminosa e serena dell'esistenza. Il suo messaggio principale sembra essere un incoraggiamento a condividere questo approccio fiducioso verso la vita e, quindi, verso il futuro, a credere nell'intima bontà dell'uomo e a compiere delle azioni, grandi o piccole che siano, per migliorare il mondo in cui viviamo.


Gloria Guidi Nobile sfugge del resto ad ogni classificazione tradizionale. Il suo lavoro e la sua incessante ricerca sul valore dell'esistenza riflettono proprio quello che la nostra ragione tante volte fatica ad accettare: l'imprevedibilità della vita e il suo essere un meraviglioso, affascinante, caleidoscopio. 

 

(D.ssa Emanuela Rindi/Rindiart)

 

 


 

 

 

Gloria esprime con delicatezza le sue emozioni pronunciandosi, quotidianamente, sia nella figurazione che nell’astrazione. Volti dagli occhi languidi incontrati nei viaggi lasciano segni indelebili nell’osservatore, celando latenti messaggi in ogni opera. Un’arte significativa che intende colpire l’attenzione da più punti di vista, mente e occhi sono coinvolti entrambi alla ricerca dei dettagli e alla comprensione del senso sotteso. Una mano scrupolosa nella rappresentazione e abile con i toni, intraprende una pittura soave, aggraziata e piacevole che consente di individuare un altrove in cui smarrirsi e ritrovarsi. La soppesata matericità di talune opere determina un passo avanti in una pittura in frequente continua crescita, che si evolverà in un ignoto da cui lasciarsi guidare.


(Dott.ssa Anna Soricaro)

 

 

 

 

 

 

 

 


"Mi rendo conto di quanto siano incostanti le mie varie forme di espressione.

Chiamatela come volete doppia personalità  o schizofrenia, io però mi dedico con altrettanta passione e dedizione sia all’uno che all’altro stile, uno necessita dell’altro.

 

Ogni espressione vive in simbiosi con le altre forme e mi identifico allo stesso modo con ognuna di esse.

 

Se per giorni mi immergo con tavolozza, olio e pennelli in una riproduzione minuziosa di uno sguardo,  di un viso, una mano tesa, trascinata da un entusiasmo e passione che mi rubano l’anima, per staccarmi da questo coinvolgimento anche emotivo,  mi tuffo con acrilici, pennelli, spatole e quant’altro in una comunicazione immediata: puro accostamento di colori, lasciandomi andare con tinte e forme che mi danno un gran senso di libertà e di gioia, così come li sento in quel momento.

 

Mentre do le ultime pennellate a un dipinto il mio cervello naviga già ad altro, elaboro mentalmente progetti,  si accendono tante luci, sono sogni nel cassetto. Cosa c'è di meglio che consacrarsi a questi sogni? Lascio vagare questo desiderio di ricerca e non potrei proprio costringermi a concentrarmi su di una forma d'espressione unica,  mi sentirei tarpare le ali.

 

  

Questo è quanto mi da per ora soddisfazione, poi si vedrà....se un giorno troverò la mia strada"

                                                                                 (Gloria)

 

 

 

L'arte spazza via dall'anima la polvere depositata dalla vita di tutti i giorni (Picasso)

 

Questo sito utilizza i cookies.

Continuando a navigare si accetta l'utilizzo dei cookies

Per maggiori informazioni cliccare qui

 

prosegue per un ulteriore anno fino al 31.8.2016

 

 

Dal 7.1.2016 al 15.05.2016

"LA VOCE DELLE MANI"

mostra personale all'Associazione MAGGIO di Serocca d'Agno

 

e-mail address:

gloriaguidi@bluewin.ch

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Represented by:

 

 

KUNST FORUM INTERNATIONAL, Meisterschwanden /CH

www.kunstforuminternational.ch

 

 

 

APST, Associazione Pittori e Scultori Ticinesi

http://www.apst-ticino.ch

 

 

 

SIART design

Cataloghi d'arte on line

http://www.siart-design.it/catalogo-catalogue-1/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Immagini protette da copyright

 

È espressamente vietato l'utilizzo di qualsiasi immagine presente in questo sito senza previa autorizzazione scritta.